“Stillwater” un dramma diretto dal regista di “Spotlight” Tom McCarthy.

L’inchiesta del dramma con Matt Damon è firmata dallo stesso regista del film-evento Il caso Spotlight, Tom McCarthy. Ruvido, realistico, a tratti claustrofobico: La ragazza di Stillwater, presentato fuori concorso e prossimamente in sala per Universal Pictures, vede l’attore protagonista nei panni di un operaio di un’industria petrolifera alle prese con un viaggio oltreoceano per far visita alla figlia, in galera per un crimine di cui si dichiara innocente. Ed è proprio nella splendida Marsiglia che il racconto della pellicola prende il via perché l’uomo, Bill, si trova alle prese con un sistema giudiziario, linguistico e culturale a lui sconosciuto. I contrasti sono fortissimi, anche da un punto di vista visivo e amplificano il pathos del racconto. In un momento di grande vulnerabilità incontra una donna del posto e sua figlia che cambiano totalmente la sua prospettiva. Colori intensi, scenari cupi e fotografia quasi graffiante accompagnano le emozioni dello spettatore in una Francia ben diversa dalla patinata Parigi da cartolina.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento